Compiuti dieci anni a mettere in rete le idee e le strategie degli operatori della distribuzione auto verso nuovi traguardi di performance, Automotive Dealer Day rilancia nel 2013 spingendo l'acceleratore su due temi importanti che vengono integrati all'interno del perimetro del dibattito, ovvero temi nell'ambito "brand marketing" e "digital autolab". Questo nasce dalla convinzione che per parlare efficacemente di nuovi assetti di distribuzione auto sia fondamentale mettere in evidenza le problematiche del rapporto tra brand e consumatori nelle loro diverse sfaccettature e nel contempo esplorare più a fondo le implicazioni delle nuove tecnologie digitali.

Il fronte "brand marketing" porta quindi all'interno di Automotive Dealer Day contenuti, aziende e idee che ruotano intorno a branding, comunicazione, pubblicità, media mix, PR e così via.

Il fronte "digital autolab" rafforza il focus su come le tecnologie digitali stanno espandendo il potenziale sulle ricerche di mercato, sulle modalità di display dei prodotti, sulla relazione con il cliente, sulle piattaforme di e-commerce e così via.

L'automobile e il settore auto sono al centro di un sistema di flussi economici, sociali, culturali, emotivi e organizzativi che rendono l'auto il palcoscenico cardine dove ragionare sui nuovi fronti di sviluppo e su come ripensare il rapporto tra brand e clienti alla luce delle nuove frontiere digitali, in un giusto equilibrio tra innovazione e tradizione.

Come guardare oggi ai consumatori? Si spende meno… oppure ciò che conta di più è che si spende "meglio"? Si pensi al caso di Whole Foods tra i supermercati di fascia alta negli USA.

Occorre cercare nuovi modi di comunicare l'auto? Si pensi alla recente provocazione di Porsche firmata Oliviero Toscani.

Quali confini tra diversi media nella rivoluzione digitale? Si pensi a come TV e radio si muovano sempre di più via web.

Vale sempre la regola che non si compra un paio di scarpe senza provarle? Si pensi al successo di retailer online come Yoox.

Il programma del 2013 apre quindi un nuovo capitolo in cui anche i partecipanti e l'area expo potranno mettere a leva più informazioni, più idee e più strategie per il proprio lavoro con una contaminazione più stimolante di esperienze anche intersettoriali in un evento unico nel suo genere in Europa.