In occasione di un’intervista pubblicata in luglio dalla testata giornalistica l’Automobile, Leonardo Buzzavo ha offerto qualche spunto in merito al futuro del settore automotive e in particolare alle nuove sfide che il concessionario deve prepararsi ad affrontare.

Il ruolo e le funzioni del dealer sono in profondo e continuo cambiamento, per questo per sopravvivere deve essere in grado di “passare dall’essere un tramite che vende un prodotto pronto e impacchettato, a fornitore di servizi, trasformandosi in un sarto capace di cucire addosso al cliente, specie se giovane, l’esperienza di mobilità che è oggi il fulcro della domanda”. La chiave sta nella “modularità”, ossia il concessionario deve comprendere le esigenze del cliente ed essere in grado di rispondervi, andando oltre i suoi orizzonti e optando per scelte strategiche innovative.

È necessario accantonare i modi tradizionali di avvicinare il cliente, ripensandoli come nuovi modi per fare business. Un esempio è identificare il corretto utilizzo del canale internet: “Giusto esserci perché è qui che si fa gran parte della rivoluzione del mercato, ma non per sfruttare questo canale come si farebbe con la televisione o la radio, esclusivamente per proporre delle offerte”.

Durante l’intervista a firma di Paolo Borgognone, il presidente di Quintegia affronta tra gli altri anche un altro tema che gli sta molto a cuore, quello delle giovani leve in azienda viste come risorse imprescindibili per la crescita: “Per andare avanti serve l’innovazione e l’innovazione la garantiscono solo i giovani”.