In un mercato automotive che mostra segnali positivi in termini di aumento delle immatricolazioni e anche della redditività, ci si potrebbe aspettare un certo interesse da parte di qualche imprenditore nel diventare concessionario auto. In realtà tra il 2016 e il 2017 sono stati meno di 10 i nuovi imprenditori concessionari in Italia e, anzi, secondo la mappatura delle reti autorizzate di Quintegia è ancora più frequente l’uscita. Sono infatti 59 gli interlocutori che non sono più dealer quest’anno.

Complessivamente nel 2017 si contano 1.128 imprenditori che rappresentano 2.613 mandati di vendita. Quindi in media 2,3 mandati ciascuno, valore non così elevato, ma va tenuto presente che il 49% dei dealer è ancora mono-brand e il 23% rappresenta due marchi (considerando solo i brand auto).

Rispetto al 2016 nel 12% dei casi, ovvero per oltre 130 imprenditori, c’è stata una variazione nel proprio portafoglio brand aggiungendo e/o togliendo marchi.