Da acquisto di nicchia a scelta possibile, l’auto elettrica interessa un italiano su 2, che dichiara di prenderla in considerazione per il prossimo acquisto. È quanto emerge dall’Automotive Customer Study, la ricerca realizzata ad aprile da Quintegia, che analizza gli scenari futuri e le aree di cambiamento che stanno caratterizzando l’industry dal punto di vista del consumatore finale.

Sulla base dello Studio, che ha visto la realizzazione di oltre 1.350 interviste a responsabili d’acquisto di auto, i consumatori che non prendono in considerazione il diesel (37%) sono quasi 5 volte di più di quelli che escludono tra le possibilità l’elettrico (8%), che conquista il 50% del campione e si classifica tra le tipologie di alimentazione più gettonate, dietro solo alle ibride (61%). Un cambiamento nei gusti degli italiani che non trova ancora un’adeguata risposta nella struttura del mercato, ancora molto focalizzata sulle alimentazioni tradizionali, ma che segnala un forte trend di crescita per ibride ed elettriche (oltre il 35% nei primi 4 mesi del 2018).

Ad essere più interessati dal fenomeno dell’elettrico sono soprattutto i giovani-adulti compresi tra i 25-44 anni, che utilizzano un’auto premium e percorrono più di 50km al giorno. Il livello di conoscenza sulle caratteristiche delle vetture è ancora parziale ma inizia ad emergere la necessità di aggiornarsi attivamente sulle novità di questo settore. Tra gli elementi di attrattività legati all’elettrico, oltre all’importanza dell’aspetto ecologico, risultano attributi di carattere funzionale: risparmio e libertà di utilizzo prima di tutto, quest’ultima motivazione evidenziata soprattutto nelle grandi città. Tra gli ostacoli, invece, non si riscontrano barriere di natura emotiva ma bensì aspetti legati all’usabilità delle vetture (poche colonnine di ricarica e autonomia limitata) e al costo ancora troppo elevato.

Lo Studio mostra quanto la domanda stia spostando l’orizzonte della mobilità elettrica sempre più verso il presente, spetterà ora ai player della filiera occuparsi degli ostacoli funzionali e sfruttare sul piano comunicativo i benefit già in parte percepiti dal consumatore finale.

Come sta evolvendo il consumatore e quali sono i trend futuri del mercato auto? Contatta Quintegia per approfondimenti sullo Studio completo.