Lo spostamento del focus da mercato di venditori a quello di compratori, una crescita rallentata rispetto al passato e la crescente attenzione per la qualità di servizi e prodotti. Questi i punti fondamentali che animano il mondo automotive nel mercato cinese e che sono stati anche oggetto di discussione durante il Chairman Speech della scorsa CADA Convention.

L’analisi del mercato ha certificato come i tempi della crescita in doppia cifra appaiano lontani e difficilmente recuperabili, nonostante comunque un incremento tra il 2016 (chiusosi con un +5,6%) e le stime per il 2017 (previsto un +6,5%). Le tendenze specifiche di vendita poi riflettono una certa difficoltà per lo specifico comparto delle passenger car con, al contrario, un traino positivo per quel che riguarda i veicoli commerciali e industriali, vero sostegno attuale al mercato.

Il business auto, comunque, appare di buona salute nonostante si registrino alcune difficoltà nella gestione di diversi marchi all’interno della stessa dealership, appesantita dalle difficoltà di relazione tra dealer e OEM. Proprio per ovviare a queste problematiche è intenzione dell’associazione investire negli incontri intra-brand e nel dialogo con i produttori, puntando su attenzione ai consumi, sulla customer experience, sull’offerta di servizi di qualità e su programmi di training dedicati.

Un mercato, quello cinese, che, malgrado il pervasivo utilizzo nei rapporti commerciali di WeChat, la nota piattaforma di messaggistica istantanea, vede ancora una scarsa diffusione dell’e-commerce nonostante comunque un’attenzione crescente in quest’ambito e più in generale verso l’evoluzione tecnologica.

Con la presenza di Quintegia a CADA Convention, ospitata nella splendida e modernissima città di Suzhou, vicino Shanghai, si chiude il 2017 che ha visto la partecipazione alla centesima edizione di NADA Convention & Expo a New Orleans a gennaio, ricambiata con la presenza ad ADDXV del Chairman Mark N. Scarpelli, e al Congresso & ExpoFenabrave a São Paulo in agosto.