Siamo entrati in una nuova era in cui responsabilità sociale, senso dell’impresa e impegno sul territorio sono ingredienti cardine per il successo e la reputazione di un’azienda nel tempo.
Il modo con cui ogni azienda si rapporta con questi temi è importante per imprenditori, manager, collaboratori e clienti. Forti di un percorso di costante apertura all’innovazione, in occasione del percorso verso la prossima edizione di Automotive Dealer Day, Quintegia e Findomestic Banca hanno lanciato “RESET” ovvero un nuovo modo per conoscere, valorizzare, diffondere e stimolare i percorsi dei concessionari delle reti ufficiali in questa direzione.

Nel contesto statunitense i concessionari hanno sempre dato molto risalto alle attività da loro promosse in questa direzione, e chi ha partecipato alla NADA Convention, recentemente ribattezzata NADA Show, ha sempre potuto coglierne la portata. Crediamo che questa enfasi di comunicazione così viva tra gli americani sia animata da due principali fattori. Il primo è una legittima istanza di evidenziare l’apporto positivo dei concessionari alla società, all’interno di un filone narrativo che sottolinea elementi quali l’occupazione e le ricadute positive, per contrastare alcune immagini che esistono, seppure in parte, nell’immaginario collettivo e che associano il concessionario a un venditore d’auto furbetto, talvolta scorretto, ancorato al passato. Il secondo fattore, che è quello che ci pare ancor più rilevante, si riferisce all’opportunità di fungere da volano di ispirazione e contaminazione tra colleghi del mestiere. In altre parole, crediamo che lo stimolo che proviene dal gruppo dei pari verso queste iniziative possa essere foriero di conseguenze importanti. Ciò vale sia con riferimento al dare evidenza (ovvero raccontare in modo trasparente superando comprensibili lati di imbarazzo e pudore) sia con riferimento all’accrescere le iniziative in una sorta di “competizione amichevole”. In tale competizione ciò che è in gara è il sentimento profondo legato a ogni essere umano che si sente più autenticamente vivo e parte di una community nel momento in cui è impegnato in qualcosa che ha finalità che vanno oltre sé stesso o la cerchia delle persone immediatamente vicine.

Siamo convinti, ed anzi ne abbiamo evidenza diretta da tempo, che i concessionari auto siano molto attivi su questi fronti anche in Italia, spesso in modo discreto e riservato, non lontano dalla nostra cultura. Abbiamo ritenuto però che si possa puntare a rompere degli schemi in chiave positiva e innescare un circuito di visibilità e stimolo reciproco. Se questo aveva senso già tempo fa, lo ha ancor più oggi nel contesto critico generato dalla diffusione di Covid-19, che ha visto un numero crescente di aziende in tutti i settori impegnarsi a sostegno di necessità legate all’emergenza. Non c’era forse momento migliore di questo per varare un’iniziativa di questo tipo.

Vi chiediamo quindi di segnalarci iniziative che coinvolgono concessionari auto, sia auto-segnalazioni sia indicazioni da parte di terzi, per disegnare insieme una mappa dell’importanza di responsabilità, senso dell’impresa e impegno sul territorio dei concessionari. Non ci si deve limitare solamente a dei contributi in denaro, per quanto importanti, e nemmeno devono essere direttamente associate all’emergenza del momento, per quanto estremamente rilevante, bensì mirano a ricomprendere tutte le iniziative in senso lato che mostrano un’enfasi su questi temi e quindi legati a società, cittadini, collaboratori, ambiente. Si tratta di un fronte importante per un mestiere che da sempre ha rappresentato un punto di riferimento e sta mettendo in campo le proprie energie per continuare a farlo nei prossimi anni a venire.

Per segnalazioni o per avere maggiori informazioni scrivere a reset@quintegia.it, possibilmente indicando la persona con cui è possibile entrare in contatto per eventuali approfondimenti.

www.dealerday.com/reset