È Volvo la casa preferita da concessionarie e officine autorizzate per le attività di post-vendita. È quanto risultato dalla ServiceSTAT, la nuova indagine targata Quintegia che misura il grado di soddisfazione tra case automobilistiche e reti di assistenza italiane presentata a Brescia in occasione del Service Day. La casa svedese stacca tutti nella valutazione complessiva con un punteggio di 3,95 (valutazioni da 1 a 5) in ragione di ottime performance in quasi tutti gli indicatori, dalle strategie di marketing nel post-vendita alla gestione dei reclami dei clienti, dalla disponibilità al dialogo con la rete alla gestione degli interventi in garanzia. Sul podio, Mercedes (3,77) e Smart (3,70), mentre nella top 5 figurano anche Toyota e Audi, entrambe con una valutazione considerata più che soddisfacente dagli analisti, che per l’indagine hanno intervistato oltre 1.000 tra riparatori diretti e dealer. Più bassa ma comunque sufficiente la valutazione media attribuita alle 23 case oggetto dell’indagine (3,28). Nel complesso, circa 6 operatori su 10 ritengono ‘soddisfacente’ o ‘molto soddisfacente’ il rapporto con la casa automobilistica, mentre solo il 12% si dichiara poco o per niente soddisfatto. Tra tutte le aree indagate, si segnalano criticità in particolare sui pacchetti di manutenzione (2,92), mentre formazione (3,63) e ricambi (3,60) sono gli aspetti del business più apprezzati. Valutazioni appena sufficienti per interventi in garanzia (3,03) e redditività (3,09), più che sufficienti invece per standard, marketing e crm, estensioni di garanzia, management post-vendita.

È disponibile la Sintesi ServiceSTAT 2019, per richiederla inviare una mail a servicestat@quintegia.it